Divieto d'utilizzo dell'acqua potabile per uso irriguo

A causa della siccità e per preservare la salute pubblica non si potranno innaffiare campi, orti e giardini in tutto il territorio comunale
Uso irriguo

A causa della siccità e delle segnalazioni dell'Ente gestore dell'acquedotto, Montagna 2000, e del Bollettino Regionale ARPAE servizio idro-metro-clima, che invitano i Comuni a prendere provvedimenti a tutela dei cittadini, per ridurre gli sprechi e garantire la salute pubblica, il Sindaco di Varano de' Melegari ha emesso un'ordinanza che vieta l'utilizzo dell'acqua per usi diversi da quelli domestici.

Pertanto, dalla data di emissione dell'ordinanza (19 giugno 2017), fino alla sua revoca, sul territorio comunale:

- È assolutamente vietato utilizzare l’acqua della condotta idrica pubblica per innaffiare orti, giardini e terreni agricoli.

- È assolutamente vietato prelevare con qualsiasi mezzo l’acqua da fontanelle pubbliche per riempire serbatoi, botti o cisterne di qualunque tipo, per usi diversi da quelli consentiti (uso domestico) o per trasportarla fuori dal territorio comunale.

Sono previste sanzioni per i trasgressori.
L'ordinanza completa è consultabile in allegato.