Macellazione di suini per uso domestico: le regole

4 Novembre 2021

Il Decreto legislativo n. 27 del 2 febbraio 2021 ha abrogato il Regio Decreto n. 3298 del 1928, che attribuiva ai Comuni il compito di emanare le ordinanze per regolamentare la macellazione dei suini ad uso domestico. Ora la competenza è passata alle Regioni.

In attesa che la Regione Emilia Romagna emani il provvedimento, per consentire il regolare mantenimento della macellazione e lavorazione di carni suine da parte di privati nell’ambito di metodi e consumi tradizionali, l’Ausl di Parma ha pubblicato le indicazioni da seguire, che sintetizziamo qui di seguito:

  • La macellazione di suini ad uso famigliare è consentita nel periodo che va dal 2 novembre 2021 al 28 febbraio 2022.
  • È vietata la commercializzazione delle carni e dei prodotti ottenuti dalla macellazione degli animali per uso familiare.
  • Per contrastare il commercio delle carni e dei prodotti derivati, è consentita la macellazione di un numero massimo di animali/anno per famiglia non superiore a tre.
  • Le carni e i visceri degli animali macellati dovranno essere sottoposte a lavorazione solo dopo la visita ispettiva del veterinario ufficiale.
  • Per consentire l’ispezione da parte del Servizio veterinario competente, bisogna comunicare luogo, data e ora della macellazione almeno 48 ore prima, utilizzando le indicazioni presenti nel modulo allegato.
  • La comunicazione va inviata secondo le modalità indicate nella tabella allegata.
  • I diritti sanitari relativi alle prestazioni ispettive saranno riscossi dal Servizio veterinario in applicazione del Tariffario Regionale in vigore.
  • Le operazioni di macellazione dovranno essere effettuate solamente nei giorni feriali: dal lunedì al sabato mattina (no sabato pomeriggio, né domenica).
  • I suini macellati il sabato mattina dovranno essere pronti per la visita sanitaria entro e non oltre le ore 10.00.
  • I norcini e i prestatori d'opera impiegati nelle operazioni di macellazione e lavorazione delle carni dovranno essere in possesso dell’Attestato di Formazione di cui alla legge regionale n° 11 del  giugno 2003 e successive modifiche.
  • Nel rispetto delle norme del benessere animale, è vietata la macellazione senza stordimento.
  • Gli animali da sottoporre a macellazione possono provenire:
    - dal proprio allevamento regolarmente registrato in BDN, anche nel caso di “allevamento familiare per autoconsumo”;
    - da allevamenti registrati in BDN che effettuino la movimentazione esclusivamente con causale “uscita per macellazione domiciliare per autoconsumo”.

Per maggiori informazioni: https://www.ausl.pr.it/come_fare/macellazioni_famigliare/default.aspx

Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2021, 13:37